Apprendimento con Raspberry PI, Consegna VIII – Fabbricazione di SAI online a schede di sviluppo

Nel precedente articolo di questa serie Abbiamo imparato a controllare la temperatura, e abbiamo anche visto tre forme distinte di refrigerare il nostro Raspberry PI.

Oggi grazie alla Juan Antonio Valverde, e Manuel di ComponentesOnline Impareremo a fare un UPS online per proteggere i nostri dispositivi prima di qualsiasi guasto blackout o potenza.

Qualsiasi sistema operativo, disponibile per Raspberry PI Essi sono suscettibili di fallire in qualsiasi momento, e se non Disabilita loro spento correttamente probabilmente finirà per danneggiare la Scheda SD, o causare guasti elettronici.

Oltre a eseguire regolarmente il backup, Si consiglia di avere un'alimentazione ininterrotta alimentazione sistema che potrebbe impedire in caso di interruzione dell'alimentazione per evitare di perdere l'ultimo giorno di lavoro o denaro investito in materiali.

Il SAI convenzionale sono progettati per i computer desktop che consumano molto di più di una scheda di sviluppo, e cioè perché essi tendono ad essere costosi e molti utenti scelgono di fare proprio SAI Casa.

http://www.qsl.NET/

D'altra parte sono immessi sul mercato soluzioni specifiche progettate per Raspberry PI, ma al momento così come le facce sono difficili da ottenere; e consentire solo l'uso di un singolo Lampone.

P1020110_aHo scelto di rivolgersi a professionisti qualificati, e in modo collaborativo hanno sviluppato un SAI per questo tipo di piastre con una capienza tra tre e sei Raspberry PI per più di mezz'ora, limiti espandibili di sostituzione della batteria con uno che offre di più mAh.

20150321183802

5V uscita per fino a 6 dispositivi contemporaneamente.

La parte elettronica della SAI È stato progettato da Juan Antonio Valverde, con componenti che Manuel di ComponentesOnline ci ha dato, In aggiunta a fornire loro esperienza dando una seconda opinione per quanto riguarda lo sviluppo dello stesso, Ci siamo affidati anche revisioni specifiche per la progettazione definitiva del Jordi Binefa.

Per rendere il nostro SAI è necessario solo un alimentatore e una batteria LiPo entrambi con una tensione di uscita 12V, un convertitore di tensione di 12V A 5V, un paio di diodi Raddrizzatori BY255 3A 1300V, e uno Breadboard.

Lo schema di SAI, sviluppato da Juan Antonio Valverde.

Inizieremo collegando il Polo positivo della potenza di alimentazione di uno dei brani della Breadboard, per incanalare la tensione nella direzione desiderata da un diodo perché grazie alla batteria di evitare di inviare energia indietro nella presa di alimentazione.

OLYMPUS FOTOCAMERA DIGITALEOra collegare il secondo diodo al canale dal voltaggio e la batteria all'inverter di tensione che alimenterà il nostro Lampone, È molto importante posizionare i diodi come in immagini; quindi collegare il polo positivo tra le due batterie diodi, e tutti i GND in una stessa traccia della nostra serie Breadboard, Ho scelto l'uno lato già cosa sono proprio progettati per questo scopo.

OLYMPUS FOTOCAMERA DIGITALEQuindi collegare l'uscita della diodo provenienti dalla polo positivo la batteria per la positivo regolatore di tensione, E la GND nelle due serie precedenti.

OLYMPUS FOTOCAMERA DIGITALEInfine ci fermeremo a pochi minuti di ricarica la batteria e controllare il corretto funzionamento della SAI, tagliare dalla rete di alimentazione come nel video qui sotto.

In futuro rate, miglioreremo il nostro SAI così ho agito solo in caso di guasto dell'alimentazione principale, vale a dire, trasformarla in una UPS offline.

Se si desidera è possibile seguire su Twitter, Facebook, Google +, LinkedIn, o condividerlo con i pulsanti sotto questa pubblicazione, Se avete domande o suggerimenti, non esitate a commentare.

Aiutaci a raggiungere più lettori Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

10 Thoughts on"Apprendimento con Raspberry PI, Consegna VIII – Fabbricazione di SAI online a schede di sviluppo

  1. Ciao Giovanni,

    Dipenderà dalla distanza che si inserisce la tensione di ingresso, con 12-24V, è assicurarsi che in 100 metri superiore a 5V è la tensione che arriva dall'inizio alla fine, alla fine che regolano a 5V al punto finale.

    Se mettete le batterie 7, 5V funzionerà perfettamente, ma si può mettere l'UPS meno metri dalla tua Raspberry PI; Basta essere sicuri che il regolatore di tensione per il supporto, il tutorial è compatibile.

    Grazie per il tuo commento 🙂

  2. Ciao ho una domanda
    il diagramma indica batteria LiPo tipo la mia domanda è se c'è alcuna ragione specifica per utilizzare questo tipo di batteria e se è possibile utilizzare una batteria di cellulare

  3. Ciao Yikoruoru,

    La scelta della batteria è ai polimeri di litio (LiPo) perché sono normalmente utilizzati per la robotica, e/o sviluppo come lastre di Raspberry PI.

    Con una batteria di cellulare si potrebbe fare un proof of concept, anche questo non sarebbe la batteria più adatta e relativamente poco ultimo up.

  4. Ci ho pensato e mi piacerebbe sapere chi ha questo sistema diverso per: acquistare una batteria 5000mah per telefoni xiaomi. Colleghiamo il lampone alla batteria e girare la batteria sempre inserita. batteria li-po con uscita 5v. Penso che sia molto più semplice di tutto questo ma vuole sapere se ha uno qualsiasi contro a questo proposito.

    • Ciao p1n0, La ringrazio molto per aver sollevato dubbi.

      Gli svantaggi sono molti, Poiché usarlo sarebbe alla fine rompere molto velocemente dalla batteria non è disposta a tenere quel tipo di applicazioni a uso intensivo; che se è possibile attivare il PI con un mobile di 5V batteria da batterie di solito dare meno corrente di quella marca sull'etichetta.

      Inoltre questo UPS può mettere a 100 metri dal lampone senza problemi da quando è arrivato alla fine del cavo mentre Miss tensione, Questo supera sempre i 5V a destinazione.

  5. Buona, Vedo che l'ultima volta e non sono stati in grado di rimuovere il tutorial dell'UPS offline. Sai dove posso trovare uno, sarei molto interessato. Grazie. Ottimo lavoro.

    • Ciao Antonio, Grazie per il tuo commento.

      Juan Antonio, il ragazzo che stava andando a prendersi cura dello sviluppo della parte elettronica improvvisamente scomparso per quello che non ho ancora riacquistato questo progetto.

      Se qualcuno ha offerto a sviluppare tale parte, Potuto farmi pagare per il software; Se avete voglia di fargli fare questo potete contattarmi tramite il modulo del blog.

      Grazie per il vostro interesse in questo progetto.

Lasciare una risposta