Rendere il proprio router con WRTNode - LED di controllo tramite la porta GPIO

In articoli precedenti circa WRTNode tra le altre cose, abbiamo imparato, Come aggiungere quattro porte LAN e una porta WAN per questo piccolo sviluppo orientato al router correlate a progetti con il Internet delle cose E la Robotica.

Oggi che impareremo le basi la porta GPIO Questo dispositivo Fare Flash un bi-colore led, o in mancanza di due LED come colori diversi di “Salve, mondo” di familiarizzare con Questa piattaforma di sviluppo.

La prima cosa che dobbiamo fare è quello di collegare il bi-colore led, o il LED due colori diversi nei perni GPIO0 e GPIO2 appena come in nella tabella seguente e la parte posteriore schema di collegamento; dovrebbe essere notato che non sarà necessario utilizzare resistori a causa della bassa tensione che funziona WRTNode.

WRTNode Diodo LED
GPIO0 (GPIO BOARD 57)
Anodo di verde
GPIO2 (GPIO BOARD 58)
Rosso anodo
GND (GPIO BOARD 55)
Catodo comune

Se si utilizzano due LED invece di uno bicolor, È necessario collegare un ponte tra la catodi di entrambi; D'altro canto, il bi-colore led Essi hanno condiviso da suoi due Anodi che riduce il cablaggio necessario per questa pratica.

Connessione tra il bi-colore led e il diagramma di WRTNode

Ora già possiamo nutrire il nostro WRTNode, e collegare il Console di gestione di OpenWRT per mezzo del porta seriale come abbiamo imparato a Articolo precedente, per esportare il GPIO2, configurarlo come output, e assegnare un valore positivo “1“; Infine abbiamo reasignaremos un valore basso “0” per disattivare il led.

#Encendemos el led rojo
root@OpenWrt:~# echo 2 > /sys/class/gpio/export
root@OpenWrt:~# echo out > /sys/class/gpio/gpio2/direction
root@OpenWrt:~# echo 1 > /sys/class/gpio/gpio2/value

#Apagamos el led rojo
root@OpenWrt:~# echo 0 > /sys/class/gpio/gpio2/value

A questo punto ripetere il passaggio precedente, Questa volta con il GPIO0 per testare il secondo diodo del nostro bi-colore led e controllare tutto il circuito.

#Encendemos el led verde
root@OpenWrt:~# echo 0 > /sys/class/gpio/export
root@OpenWrt:~# echo out > /sys/class/gpio/gpio0/direction
root@OpenWrt:~# echo 1 > /sys/class/gpio/gpio0/value

#Apagamos el led verde
root@OpenWrt:~# echo 0 > /sys/class/gpio/gpio0/value

Dopo aver verificato il corretto funzionamento, Abbiamo plasmaremos la i due passaggi precedenti codice in uno script, quindi useremo la editor di testo predefinito in questo caso è VI, e Ci atterremo al codice riportato di seguito nel nostro file chiamato blinkleds; Va notato che la shell di default in OpenWRT ES “cenere“, molto simile a “bash” ma con alcune limitazioni.

#!/bin/ash
#blinkleds

#Exportamos los GPIO
echo 0 > /sys/class/gpio/export
echo 2 > /sys/class/gpio/export

#Los definimos como salidas
echo out > /sys/class/gpio/gpio0/direction
echo out > /sys/class/gpio/gpio2/direction

#Los hacemos parpadear
while true; do
  echo 1 > /sys/class/gpio/gpio0/value
  sleep 1
  echo 0 > /sys/class/gpio/gpio0/value
  sleep 1
  echo 1 > /sys/class/gpio/gpio2/value
  sleep 1
  echo 0 > /sys/class/gpio/gpio2/value
  sleep 1
done

Solo bisogno di dare Le autorizzazioni di esecuzione per la script infine eseguirlo, Ora il ha condotto Cambiare colore lampeggia fino a quando si interrompe il programma premendo la combinazione di tasti “CTRL + c“.

root@OpenWrt:~# chmod +x leds 
root@OpenWrt:~# ./leds

In questo video Si può vedere che il funzionamento dell'apparecchio è fatto; Se ti piace non dimenticate Seguimi su YouTube per non perdere il video inediti Ho intenzione di pubblicare, indipendentemente gli articoli che scrivo.

In il seguente tutorial Impareremo a sviluppare un piccolo programma che ci permetterà di assegnare ad ogni ha condotto per un servizio, e generare avvisi visivi associati agli eventi che definiscono.

Se si desidera è possibile seguire su Twitter, Facebook, Google +, LinkedIn, o condividerlo con i pulsanti sotto questa pubblicazione, Se avete domande o suggerimenti, non esitate a commentare.

Aiutaci a raggiungere più lettori Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lasciare una risposta